Il tempio degli sciacalli

Milano. Omiar Zeno, ha cinquantacinque anni, lavora in un importantissimo gruppo multinazionale svizzero e negli ultimi tre è cambiato lo staff dirigenziale. Omiar insieme al suo capo e ad altri colleghi viene demansionato, sino a scoprire improvvisamente che il suo nome non è più presente nell’organigramma aziendale e che nei suoi confronti è stata intrapresa un’azione di mobbing. More

Available formats: epub mobi pdf rtf lrf pdb txt html

First 15% Sample: epub mobi (Kindle) lrf more Online Reader
About Vincenzo Raimo

Vincenzo Raimo nasce a Ravenna il 22 settembre 1950 da madre insegnante e padre musicista.
A diciassette anni incontra la donna che darà un senso alla sua vita e dalla quale avrà due figli.
Dopo aver terminato gli studi presso l’Istituto Tecnico Industriale per Periti Elettronici, all’età di diciannove anni, avendo sempre avuto una grande passione per il giornalismo, decide di iniziare la sua prima avventura con il Secolo XIX.
Si tratta del suo primo lavoro, in qualità di collaboratore e senza alcun compenso iniziale.
È costretto successivamente ad abbandonare questa esperienza a causa del servizio militare e il 9 settembre del 1971, dopo essere stato congedato, decide di effettuare un percorso di lavoro diverso.
Dopo aver lavorato per alcuni mesi come commesso viaggiatore per una piccola azienda alimentare, scopre di essere tagliato per quel lavoro e nel luglio del 1972 entra a far parte di un’altra importante azienda di Torino presente sul mercato con prodotti di largo consumo.
Nel 1979, a titolo puramente amatoriale, si adopera per una tv locale del ponente ligure, in qualità di speaker, dedicando qualche ora alla stesura del notiziario e gestendo il telegiornale in prima serata.
Nel 1980, a soli ventinove anni, viene promosso Assistente della Direzione Vendite, si trasferisce a Torino nel cuore dell’azienda e inizia un percorso manageriale, il cui job prevede considerevoli sviluppi professionali.
Costretto a remare in un mare sempre in tempesta, con la forza di chi crede che a una giornata uggiosa ne segue una migliore, nel 1995 decide di migliorare il proprio know-how e di cambiare.
Viene assunto da un’importantissima multinazionale, presente nel settore delle bevande, per occuparsi di conduzione e formazione del personale di vendita, gestendo poi in prima persona, per una delle sue divisioni, il business dei clienti direzionali della Grande Distribuzione Organizzata.
Nel 2008, all’età di cinquantotto anni, si rende conto di aver dedicato molto del suo tempo a persone per le quali sarebbe stato di troppo anche il saluto.
I vari eventi e le continue ristrutturazioni aziendali inducono Vincenzo Raimo a lasciare il lavoro e a cambiare totalmente la propria vita e i propri obiettivi.
Riprende da uno dei suoi hobby, la musica, messa da parte per mancanza di tempo e decide di trovare nelle sette note del pentagramma la “grande emozione”.
Con l’altra grande passione, la scrittura, s’impegna a raccontare in questo libro la storia di un tempio, uno dei tanti, dove gli sciacalli corrono per una ricchezza, che non è altro che la storia della loro miseria.

Also by This Publisher

Reviews

This book has not yet been reviewed.
Report this book